Non so chi sei: di sessualitГ , Tinder e incontri occasionali

Non so chi sei: di sessualitГ , Tinder e incontri occasionali

contegno sistema e guastare gli schemi sopra sostegno ai quali non può abitare una donna di servizio per mixare un dischetto: al telefono unitamente le I’m Not per Blonde (But I’d Love To Be Blondie)

Diciamolo chiaramente: nella nostra gruppo, una giovane in quanto parla di genitali è una giovane da disapprovare; di una cosicché ha rapporti occasionali c’è da aver fiducia esiguamente; e una collaboratrice familiare affinché ammette di occupare una attività del sesso attiva è una da cui abitare alla larga.

E una fanciulla giacchГ© disegna e racconta il sessualitГ , i suoi rapporti occasionali e il garbare perchГ© ne deviazione, mezzo la consideriamo?

Cristina Portolano è un’illustratrice di origini napoletane affinché nel conveniente massimo fatica, Non so chi sei, ha raccontato singolo spezzato di vita in cui è impossibile non ritrovare alcune cose di sé. Appunto nel proprio libro autobiografico d’esordio, dal titolo come giovane, l’autrice aveva posto su carta luogo comune e luoghi comuni raccontando il suo varco all’età adulta tra stereotipi di gamma, vicissitudini quotidiane e gli anni Ottanta verso eleggere da cornice. Durante Non so chi sei, graphic novel stampato da Rizzoli Lizard, il tabù cosicché l’autrice test ad diminuire è quello sul sessualità occasionale navigato da una colf.

Ostacolo una vicenda d’amore celebre, che non smette di introdursi con i ricordi provocando ansie e risvegli improvvisi, la interprete di Non so chi sei decide di collegare una delle app di incontri ancora usate e conosciute degli ultimi tempi: Tinder. Continue lendo “Non so chi sei: di sessualitГ , Tinder e incontri occasionali”